In Sicilia l’Associazione è presente con strutture organizzate in nove province ed è Associazione Ambientalista riconosciuta ai sensi della L.R. 1 settembre 1977, n.33 e partecipa con un proprio rappresentante al Comitato Regionale Faunistico Venatorio, istituito ai sensi dell’art. 12 della L.R. 33/97.

L’Associazione è presente nel C.R.P.P.N. (Consiglio Regionale per la Protezione del Patrimonio naturale) istituito ai sensi dell’art. della L.R. 6 maggio 1981, n.98.

In attuazione dell’articolo 8, comma 1 del Regolamento CE n. 1260 del 1999, l’Associazione con un proprio componente, partecipa sin dalla sua istituzione, ai lavori del Comitato regionale di cui al decreto assessoriale 29 gennaio 1999, n. 6 e successive integrazioni successivamente denominato “Forum della concertazione“.

Al Comitato spetta il compito di:

a) esprimersi sul Complemento di programmazione e sulle eventuali proposte di adeguamento;
b) formulare proposte per la regolare e corretta attuazione del POR;
c) proporre eventuali modificazioni al Complemento di programmazione;
d) indicare le rappresentanze sociali ed economiche in seno al Comitato di sorveglianza del POR 2000-2006.

Il Comitato è presieduto dal Presidente della Regione o suo delegato e si riunisce con cadenza almeno semestrale.

Per le medesime finalità partecipa ad i forum organizzati dalle Province Regionali e dagli Enti promotori dei PIT e dai vari attori dello sviluppo locale.

L’Associazione, in partenariato con la Presidenza della Regione Siciliana – Dipartimento della Programmazione – Servizio della Comunicazione, provvede alla diffusione capillare sul territorio siciliano, attraverso la propria rete organizzativa, delle informazioni, del materiale e dei bandi relativi all’attuazione delle misure del POR al fine di ampliare il più possibile la partecipazione di tutti i potenziali soggetti interessati e il pieno utilizzo delle risorse finanziarie disponibili. Svolge attività di sportello e mette a disposizione le informazioni sul sito www.bibliotecheinrete.it direttamente dall’home page: La Sicilia in Europa.

L’Associazione Partecipa al Forum per lo Sviluppo Rurale istituito con D.A. n. 613 del 4 luglio 2002.

L’Associazione è accreditata presso l’ARPA Sicilia e collabora per la realizzazione della Rete In.FEA. (Informazione Formazione Educazione Ambientale).

Nell’ambito del bando “Sperimentazione di modelli innovativi di educazione e formazione ambientale“, Progetto pilota 3 del Piano Regionale di avvio dell’organizzazione In.F.E.A. in Sicilia è stato finanziato ed attuato in tre sedi siciliane di Amici della Terra /Agrigento, Etna, Nebrodi) il Progetto “Oltre i Sensi Unici – Percorsi Didattico Naturalistici sull’Olfatto, Tatto e Udito”, risultato 2° classificato nella graduatoria regionale.

La sede legale dell’Associazione Regionale si trova a Viagrande (Catania).

In vari comuni del territorio siciliano vengono svolte varie attività con l’ausilio di soci, sfruttando le peculiarità e le professionalità ed attitudini dei soci stessi.
Di seguito si riportano, in forma sintetica, le principali iniziative e attività che sono in fase di attuazione da parte del Club Nebrodi.

Il Club Nebrodi è nato nel gennaio 1991 e conta circa 100 soci attivisti e molti aderenti. Di questi circa 24 soci hanno frequentato il corso di formazione, autorizzato dalla Ripartizione Faunistica Venatoria di Messina, organizzato dall’Associazione ai sensi della L.R. 1 settembre 1997, n.33, di “Guardie Venatorie ed Ambientaliste” per lo svolgimento di funzioni di vigilanza sull’esercizio venatorio, sulla tutela dell’ambiente e della fauna, sulla pesca nelle acque interne e sulla salvaguardia delle colture agricole e delle attività zootecniche.

Nell’anno 2004/2005 hanno svolto il Servizio Civile per lo svolgimento delle varie attività n. 34 volontari assegnati dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri UNSC e n.4 obiettori di coscienza.

 

 

PROGETTI SVOLTI E ATTIVI

Alcara Li Fusi:
In convenzione con il Comune attività di escursionismo e di assistenza per la fruizione della Grotta del Lauro e dei sentieri naturalistici all’interno del Parco dei Nebrodi – Turismo culturale.
Attività di studio delle componenti ambientali dei vari itinerari naturalistici.
Proposta di idee progettuali per il miglioramento ed il mantenimento dei sentieri individuati.
Organizzazione e gestione, in collaborazione con il Comune, di attività di divulgazione e di promozione dei beni ambientali e campagne di sensibilizzazione al rispetto dell’ambiente e della natura.

Capo d’Orlando:
Gestione Biblioteca – Centro di documentazione ambientale dell’Associazione attivata sin dall’anno 1998 (Biblioteca inserita nello schedario informatizzato della Regione Siciliana con il N° 5.011.3.1717). Il patrimonio librario e documentale è di oltre 5000 volumi.
Gestione Laboratorio didattico di Educazione Ambientale ubicato all’interno del parco di Villa Piccolo in contrada Malvicino.
Progettazione e Gestione Progetto “Biblioteche in rete” con l’impiego di n° 6 volontari che svolgono il servizio civile ai sensi della legge 64/2001.
Progettazione e gestione Progetto “Salvaguardia e fruizione del bosco di Amola” con l’impiego di n° 6 volontari che svolgono il servizio civile ai sensi della legge 64/2001.
Adesione, in qualità di partner, al progetto denominato “Dal Tempio di Ercole alla Mostra Vita e Paesaggio di Capo d’Orlando“, promosso dal Comune, misura 2.02, azione D – P.O.R. Sicilia 2000-2006.

Galati Mamertino:
1. Gestione su progetto predisposto dall’Associazione dell’area faunistica del Capriolo nel territorio di Galati Mamertino (ME) giusta convenzione stipulata con l’Ente Parco dei Nebrodi ed il Comune di Galati Mamertino sin dal 2001, che prevede:

  • Vigilanza e tutela dell’area nonché dei caprioli in essa ospitati;
  • Manutenzione ordinaria dell’area;
  • Attività di educazione ambientale rivolta alla popolazione scolastica dei Comuni più coinvolti territorialmente nonché al personale docente (lezioni teoriche, attività laboratoriali, proiezioni video e diapositive);
  • Gestione del centro visite;
  • Gestione faunistica.

2. Progettazione e gestione Progetto “Salvaguardia e fruizione del patrimonio ambientale del Parco Regionale naturale dei Nebrodi” con l’impiego di n° 6 volontari che svolgono il servizio civile ai sensi della legge 64/2001.

San Marco d’Alunzio:
Attività di educazione ambientale e di promozione del turismo culturale e naturalistico.
Campagne di sensibilizzazione ed attività di vigilanza ambientale.
Adesione, in qualità di partner, al progetto denominato “CIVILTÀ ITALO-GRECA NEL VALDEMONE – Echi di Bisanzio in Occidente”, promosso dal Comune di San Marco d’Alunzio, misura 2.02, azione D – P.O.R. Sicilia 2000-2006, nell’ambito delle iniziative promosse e curate dal Museo della Cultura e delle Arti Figurative Bizantine e Normanne.
Adesione al progetto per la realizzazione e gestione di un “Centro per la memoria delle cave e la cultura dei materiali di pregio dei Nebrodi e della Sicilia”.

Parco dei Nebrodi:
Attività di volontariato, vigilanza, campagne di informazione e sensibilizzazione. Escursionismo, visite guidate, educazione ambientale. Operazione Parco Pulito, campagna di sensibilizzazione ed attività legate all’iniziativa “Io vado al Parco”.
Partecipazione attiva al forum del partenariato del PIT Nebrodi.
Progettazione e gestione Progetto “Salvaguardia e fruizione del patrimonio ambientale del Parco Regionale naturale dei Nebrodi” con l’impiego di n° 6 volontari che svolgono il servizio civile ai sensi della legge 64/2001.

Parco dei Nebrodi – Comuni di San Marco d’Alunzio, Longi, Alcara  li Fusi e Frazzanò
Progettazione e gestione Progetto “Vivere il Territorio del Parco dei Nebrodi” con l’impiego di n° 16 volontari, con attività da svolgere nei Comuni di San Marco d’Alunzio, Longi, Alcara li Fusi e Frazzanò Servizio Civile ai sensi della Legge 64/2001 e prevede la salvaguardia del patrimonio ambientale, la valorizzazione dei centri storici, la tutela ed incremento del patrimonio forestale ed interventi di animazione del territorio. 

Scuole del Territorio dei Nebrodi:
Attività di Educazione ambientale, grazie all’impegno di alcuni soci di comprovata esperienza, Volontari del servizio Civile, ecc.

L’Associazione collabora con Enti pubblici e privati, Università, Enti di formazione.

In particolare con l’Università di Pisa l’Associazione collabora ad una ricerca sugli Insetti.

Con l’Università di Messina, l’Associazione ha siglato una Convenzione al fine di “agevolare le scelte professionali mediante la conoscenza diretta del lavoro e realizzare momenti di alternanza tra studio ed applicazione delle conoscenze nell’ambito di processi formativi”. La Convenzione prevede lo svolgimento presso le strutture dell’Associazione Amici della Terra, attività di tirocinio e stages di formazione ed orientamento a beneficio degli studenti iscritti ai corsi di laurea della facoltà di Lettere e Filosofia e dei laureati iscritti a corsi post laurea.

Con il Comune di Capo d’Orlando è stato siglato un protocollo d’intesa per la gestione di un laboratorio didattico di educazione ambientale al servizio di tutte le scuole di ogni ordine e grado esistenti nel territorio comunale di Capo d’Orlando e di tutto il territorio dei Nebrodi, che prevede:

  • Attività di educazione ambientale rivolte sia agli alunni che ai docenti
  • Servizi di archiviazione, catalogazione, consultazione e documentazione e ricerche bibliografiche
  • Prestito libri
  • Consulenza e collaborazione per lo svolgimento di studi, ricerche e tesi di laurea
  • Promozione del turismo naturalistico e culturale
  • Informazioni ai residenti ed ai visitatori.

Il laboratorio, frequentato da studenti e docenti di ogni ordine e grado, dispone del patrimonio librario e dei supporti didattici (Video, diapositive, CD Rom, mappe, ecc.) del Centro di documentazione ambientale e della Biblioteca dell’Associazione.

 

La Biblioteca – Centro di documentazione ambientale, degli Amici della Terra

Importante iniziativa e vanto dell’Associazione è la Biblioteca – Centro di Documentazione Ambientale, sita in Capo d’Orlando, in contrada Malvicino nei locali siti nel parco di Villa Piccolo.

La Biblioteca è aperta al pubblico sin dall’anno 1998, ed è inscritta al N° 5.011.3.1717 dello schedario informatizzato tenuto dalla Regione Siciliana e dispone di un Regolamento e di un Direttore Responsabile.

La Biblioteca è riconosciuta dall’Assessorato Regionale Beni Culturali ed è regolarmente aperta al pubblico tutti i giorni anche grazie alla presenza dei Volontari del Servizio Civile Nazionale che operano nell’ambito di un preciso progetto dal titolo “Biblioteche in rete”.

L’Associazione ha così individuato un modello gestionale più idoneo ed innovativo nel campo dei beni culturali ed ambientali con la finalità di mettere in rete le Biblioteche minori della nostra Regione nonché di promuovere il turismo culturale e naturalistico.

Al progetto hanno già aderito diversi Enti Pubblici.

La Biblioteca è consultabile su OPAC

Nell’anno 2002, con protocollo siglato in data 06.02.02 con il Comune di Capo d’Orlando l’Associazione ha collaborato gratuitamente all’attuazione del Progetto ECHO (Legge 216/91, art. 4 ), rivolto a minori da 14 a 18 anni, svolgendo le seguenti attività:

  • Educazione ambientale rivolta a 10 minori individuati nell’ambito del Progetto Echo;
  • Informazioni e servizi di documentazione e prestito del patrimonio librario, video e documentale;

Medesima disponibilità è stata data al Comune di Sant’Agata Militello per il Progetto “Il Giardino dei Nebrodi”.

Dall’anno 2008, l’Associazione è editore della rivista Paleokastro ed ha effettuato la pubblicazione dei primi numeri a diffusione regionale.